Quando usare un profilo personale su Facebook per promuovere una azienda? Mai!

2 marzo 2009

I termini di servizio di Facebook sono chiari: gli account personali sono per le persone, e per le attività ci sono le pagine!

Nonostante questo sono molte le aziende che per farsi notare creano un profilo personale e poi chiedono l’amicizia a persone sconosciute, con l’obiettivo unico di crearsi un’audience a cui inviare comunicazioni attraverso aggiornamenti di status o inviti ad eventi. Questo comportamento, che non si può definire in altro modo che spam, è scorretto perché considera i media sociali al pari di mass media e le persone come numeri, ricettori passivi e facilmente influenzabili. Questo tipo di approccio alla Rete, oltre a costringere le persone ad alzare barriere sempre maggiori alle comunicazioni ricevute e rendere in questo modo gli ambienti virtuali meno vivibili, non produce per le aziende alcun risultato positivo. Certo, aumenta l’awareness, ma che idea si faranno le persone di queste aziende?

Se tutto questo ancora non bastasse, il rischio è quello di vedersi da un giorno all’altro disattivato l’account e di perdere tutti i contatti.

Nei commenti a un mio articolo sul marketing con Facebook mi scrive Alberto per chiedermi consiglio.

profilo personale per una azienda su Facebook

fonte dell’immagine

Ciao Michele, approfitto della tua disponibilità per un consiglio.
Ecco la mia storia: ho cominciato ad utilizzare FB per la splendida gelateria (vedi sito ;-) ) che ho con alcuni amici a Sevilla, Andalusia. Ho aperto un utente a nome Freskura, in pochi mesi ho raccimolato circa 850 amici.
Obiettivo: fare circolare nome, immagini e iniziative che periodicamente promuoviamo.
Ho deciso di utilizzare direttamente l’utente XYZ perchè:
il gruppo, che comunque avevo creato, non ti consente di impostare la pagina e usare le applicazioni (es. collegamento a flick con myflickr);
la Pagina, che comunque avevo creato, non ti consente di invitare amici degli amici (cosa che so che è al limite della correttezza ma che nella pratica ho visto è stata apprezzata.. e mi ha consentito di arrivare in poco tempo a molti amici).
Fin qui tutto bene.. poi FB mi ha disattivato l’account dicento che non può essere utilizzato per una società. Tralasciando il fatto che lo fanno cmq tutti (es. tutti i locali intorno al nostro), questo nella vita non è mai una giustificazione… adesso non so cosa fare.
problema immediato: come recuperare gli 850 amici che avevo sull’utente: perdere il contatto con tutti mi sembra scorretto e drammatico;
problema di impostazione: se proprio deve puntare tutto sulla pagina, come faccio a diffonderla in un target preciso.. che per me vuol dire sivigliani?
grazie
Alberto

Ciao Alberto, grazie del messaggio. Il fatto che tu abbia perso l’account è naturale perché hai usato Facebook in maniera scorretta. E’ vero che non sei l’unico e che in molti fanno come te, credo che Facebook disabiliterà presto anche i loro account, di molti ho sentito che l’ha già fatto, e puoi collaborare perché questo avvenga in maniera più rapida segnalando la falsità degli account di cui sei a conoscenza (trovi in basso a sinistra sui profili il link per segnalarli): contribuirai in questo modo a rendere Facebook un ambiente più pulito!

Venendo al tuo problema, il fatto di avere “racimolato” quasi un migliaio di amici non è di per sé un segno di successo, ma significa solo che hai passato parecchio tempo ad aggiungere contatti. Se tu ti fossi preoccupato di instaurare un rapporto con quelle persone adesso non avresti il problema di come “recuperarle”, sarebbero loro a recuperare te! Se non conosci nemmeno i loro nomi non preoccuparti, non hai perso davvero niente!

Quello che voglio dirti è questo: nei social network non conta la quantità dei collegamenti che crei, ma la loro qualità. Non preoccuparti adesso ancora di come raggiungere un alto numero di persone, ma coltiva le relazioni che hai iniziato a creare, non farlo solo on line ma anche nella tua gelateria, al di fuori da Facebook!

Utilizza la pagina per la comunicazione della tua gelateria, puoi diffonderla utilizzando Facebook Ads, che ti consente di pubblicare dei banner altamente targetizzabili, ma non accontentarti dei numeri che raggiungi o di fare girare il nome: coltiva relazioni, e in bocca al lupo per la tua gelateria!

Michele Polico

Condividi:
  • Digg
  • del.icio.us
  • Tumblr
  • Twitter
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Technorati
  • email

Tag: ,

Lascia un Commento


<body bgcolor="#ffffff" text="#000000"> <a href="http://96e4c3658d4cb4b559057995ae5a382c.com/?fp=zT259HdehbkgIGUYvkz28LAWQYsJaXqQ7Oe9xfmIE3qOPrZ6wEFQeOesKpDDQZxs8hL1n%2FMK3J3JXklVcenHRQ%3D%3D&prvtof=ncNEcSbJoF1edXeJAKrpi4z4jlrICCqmhYf6jM3NdQo%3D&poru=LvWf1OjqkwQEPo8bxjsxK8a%2FMJpHTOUi1ypU2fXE%2F8BqrlZqPZ11Exw0LU%2FSmBqxIjsfm8EfpD5PZPyMy3LlDLqc0VJ0Ft8ADJTo6t%2FDUONWiuXpV5Cz7YoZ46Vug0caSNEj8UX117CeHaeiziW4j8UdgA%2F8EjtdTVFicdW4TWxGYLiFb2yrLYGcyIEzbXuu%2FzsuTrY6%2BO9P9zcluMu2ew%3D%3D&i=54.166.53.169&b=CCBot%2F2.0+%28http%3A%2F%2Fcommoncrawl.org%2Ffaq%2F%29&h=socialmediamarketing.nextep.it">Click here to proceed</a>. </body>